Teaser Cryo Treatment
at -110 °C
Choose a language

La crioterapia a corpo intero nella camera del freddo nella neurodermatite

Molti pazienti sono insoddisfatti del trattamento della loro malattia. Ciò non è dovuto all'incapacità del medico curante, ma piuttosto al fatto che finora la ricerca medica non è stata in grado di sviluppare approcci terapeutici causali. Inoltre, è ancora carente l'accettazione di alcuni mezzi terapeutici da parte del paziente come prerequisito per il successo del trattamento. A ciò si aggiunge il fatto che spesso, in alcuni casi sempre, si agisce con una monoterapia e che quindi diversi fattori che contribuiscono alla malattia non sono presi in considerazione. Va inoltre osservato che la crioterapia a corpo intero non ha la capacità di sostituire completamente altre terapie consolidate.

A seconda della gravità del quadro clinico possono essere necessarie fino a 30 esposizioni al freddo. 

La probabilità di un effetto terapeutico perdurante aumenta con il numero crescente di trattamenti.

La terapia deve essere possibilmente effettuata con il ricovero, per esempio, in una clinica sanitaria (risolvendo la presenza costante delle condizioni che favoriscono la malattia, causate da stress e da altri fattori psicologici). Prima dell'applicazione del freddo è necessario eliminare i farmaci topici che poi vanno riapplicati. In generale, un trattamento avviato in precedenza non dovrebbe mai essere interrotto bruscamente con l'inizio della crioterapia.

Solitamente il prurito scompare già dopo i primi giorni di terapia, l'infiammazione cutanea si riduce dopo circa una settimana di trattamento. Oltre all'effetto antinfiammatorio del freddo, per quanto riguarda il prurito, l'effetto analgesico riveste una certa importanza. Le eccitazioni neurali derivanti dal prurito sono probabilmente instradate nel midollo spinale attraverso gli stessi percorsi delle afferenze dolorose. Si può pertanto ritenere che, per l'alleviamento del prurito, l'esposizione a breve termine al freddo estremo attivi un meccanismo simile a quanto descritto per l'alleviamento del dolore nel paragrafo 3.2. 

 

Si consiglia una terapia comportamentale parallela alla terapia del freddo (tecniche di rilassamento, gestione dello stress, riduzione dell'ansia sociale, la prevenzione del grattamento attraverso un migliore autocontrollo). I genitori dei bambini (piccoli) affetti da neurodermatite devono essere informati che prima dell'inizio della crioterapia a corpo intero è necessaria una terapia probiotica per stabilire una normale flora intestinale (regolazione delle funzioni immunitarie deteriorate).